Logo JobGuidance
icona fb
icona linkedin
icona twitter

Lo stage è uno strumento di formazione e orientamento che l’ateneo promuove come importante momento di collegamento con il mondo del lavoro.

Lo stage non costituisce rapporto di lavoro, tuttavia devono essere rispettate le procedure di attivazione stabilite dalla legge per tutelare il tirocinante e l’azienda.

Lo stage prevede sempre la presenza di tre interlocutori: il soggetto ospitante, il/la tirocinante e il soggetto promotore.
L’Ateneo di Trento svolge il ruolo di soggetto promotore per i tirocini dei suoi studenti e dei suoi laureati entro 12 mesi dal conseguimento del titolo.

Esistono altre tipologie di stage per le quali il soggetto promotore possono essere i Centri per l’impiego (stage estivi, stage di inserimento lavorativo o di reinserimento lavorativo): per queste tipologie di stage potete prendere contatto direttamente con Agenzia del Lavoro di Trento o con i Centri per l’impiego della zona in cui siete domiciliati.

Scegliere lo stage

Opportunità di stage sono disponibili alla sezione Bandi e Bacheca Stage e Lavoro.
Se invece vuoi un incontro di orientamento per definire meglio il tuo progetto di stage puoi contattare l’ufficio per un colloquio.
Se vuoi invece preparare al meglio la tua candidatura puoi partecipare ai nostri corsi.

Avviare lo stage in Italia

Studenti

L'attivazione dello stage avviene utilizzando la Piattaforma Esse3 Stage e Lavoro. E' possibile prendere visione della guida all'attivazione di cui trovate di seguito una sintesi del processo.

Attivazione

  • il Soggetto ospitante deve essere accreditato in Esse3 Stage e Lavoro (= ha le credenziali per entrare nel sistema). In caso negativo, si veda l'iter di accreditamento per i soggetti ospitanti ;
  • tra il Soggetto ospitante e l'Ateneo deve essere attiva una Convenzione di tirocinio. In caso contrario, il Soggetto ospitante deve richiederla/chiedere il rinnovo tramite Esse3 ; 
  • il Soggetto ospitante inserisce in Esse3 Stage e Lavoro i contenuti del progetto di stage mentre il/la Tirocinante individua un/una Tutor Universitario/a;
  • il/la Tirocinante completa e accetta in Esse3  la bozza di progetto, la scarica e la condivide con il/la Tutor Universitario/a (e/o dove richiesto con il/la Delegato/a di stage di riferimento);
  • il/la Tutor Universitario/a (e/o dove richiesto con il/la Delegato/a di stage di riferimento) verifica la validità del progetto e la sua coerenza con il piano di studi del/della tirocinante e comunica via mail a Job Guidance la propria approvazione oppure le modifiche/integrazioni da apportare al progetto;
  • Job Guidance abilita il/la Tirocinante al dowload del progetto di stage definitivo;
  • il/la Tirocinante stampa il Progetto formativo definitivo e lo firma. Sottopone il documento alla firma del tutor aziendale e per ultimo a quella del tutor universitario. E’ necessario che il Progetto formativo, completo di firme, venga poi inviato via email a jobguidance [at] unitn.it . Tale invio (auspicabilmente non oltre i 10 gg  successivi alla data di avvio del tirocinio) può essere fatto anche direttamente dal/dalla docente tutor ma è responsabilità del/della tirocinante far avere il documento completo al soggetto ospitante. 

SI RACCOMANDA di tenere monitorata la pagina di Ateneo dedicata all'epidemia COVID-19 per eventuali disposizioni nazionali e decreti rettorali. Si ricorda che per i tirocini in modalità non in presenza o non solo in presenza è necessario specificarlo nel progetto formativo, anche indicando eventuali ulteriori indirizzi da cui il tirocinio verrà svolto.  

Durante lo stage

Si consiglia di scaricare fin da subito da Esse 3 stage e lavoro il "Certificato parte I", così da segnare regolarmente i giorni/ le ore impegnate nell'attività di tirocinio. In caso di difficoltà il/la Tirocinante e il Soggetto Ospitante possono contattare Job Guidance per un confronto. In caso di variazioni al progetto, proroghe, sospensioni e interruzioni ne deve essere data comunicazione via mail a Job Guidance avendo cura che Tutor Universitario/a e Tutor del Soggetto Ospitante (già avvisati e d'accordo) vengano messi in copia (campo cc della mail) alla comunicazione stessa e siano espresse le motivazioni della richiesta di variazione. Si raccomanda di verificare la necessità di ulteriori autorizzazioni in caso di  variazioni, leggendo con attenzione le pagine web del proprio Dipartimento/Cds dedicate al tirocinio esterno.

A fine stage

Il/La Tutor aziendale compila la scheda di valutazione che gli/le viene inviata via email dall'ufficio qualche giorno prima della data di fine tirocinio, e auspicabilmente la condivide con il/la tirocinante. Il Tutor aziendale inoltre firma e completa il "Certificato parte I" , compilato e firmato dallo studente/dalla studentessa, attestando in questo modo le ore di tirocinio effettivamente svolte.

Il/la Tirocinante compila la scheda di valutazione e prima di inviarla, ne salva una copia. 

Il/la Tirocinante infine invia esclusivamente tramite l' apply dedicato :

  • il Certificato parte I completato anche dal/dalla Tutor aziendale
  • la relazione di fine stage (firmata anche dal/dalla docente tutor, se richiesto dalla propria struttura accademica)

Entrambi i documenti vanno inseriti in apply denominandoli con il proprio " Nome_Cognome".

Alcune informazioni importanti:

  • Il tempo minimo richiesto per l’attivazione dello stage è di 15 giorni
  • E’ importante conoscere e rispettare i regolamenti del proprio Dipartimento di riferimento sia per stage con riconoscimento di CFU, sia per quelli senza (laddove sia possibile attivarli). Il passaggio con il delegato stage laddove richiesto è prerequisito per l’attivazione prima e il riconoscimento poi dell’esperienza di stage.
  • La durata dello stage è legata alle disposizioni dei regolamenti del proprio Dipartimento di riferimento che quindi sono vincolanti
  • Per i tirocini curriculari la copertura assicurativa infortuni e RC-terzi è a carico di UniTrento
  • Per modifiche al progetto, sospensioni, interruzioni, proroghe e chiusura dello stage seguire le indicazioni a questo link​

Corso Sicurezza e Salute sul luogo di lavoro
La formazione su Sicurezza e Salute sul luogo di lavoro è un obbligo di legge a carico del datore di lavoro (=soggetto ospitante). L'Ateneo offre comunque a tutti/e i/le tirocinanti la fruizione del Modulo formazione generale sulla sicurezza , erogato in modalità FAD. In caso di necessità, su richiesta del/della tirocinante, può essere fruito anche il Modulo di formazione specifica - rischio basso per attività d'ufficio.

Normativa nazionale di riferimento:

Regolamenti tirocini dei corsi di studio UniTrento

Corsi di laurea

Corsi di laurea magistrale a ciclo unico

Corsi di laurea magistrale

Laureati (entro 12 mesi dal conseguimento del titolo)

Attivazione

  • il Soggetto ospitante inserisce in Esse3 Stage e Lavoro i contenuti del progetto di stage, mentre il/la Laureato/a individua un/una Tutor Universitario/a;
  • il/la Laureato/a completa e accetta  la bozza di progetto in Esse3; la scarica e la condivide con il/la Tutor Universitario/a;
  • il/la Tutor Universitario/a verifica la validità del progetto e comunica via mail a Job Guidance la propria approvazione oppure le modifiche/integrazioni da apportare al progetto;
  • Job Guidance abilita il/la Laureato/a al dowload del progetto di stage definitivo;
  • Il Soggetto ospitante compila e invia a jobguidance [at] unitn.it

     il Modulo Raccolta Dati;
  • il Soggetto Ospitante effettua le comunicazioni obbligatorie e invia copia dell'UNILAV a Job Guidance almeno 24 ore prima dell'avvio dello stage;
  • il/la Laureato/a stampa il Progetto formativo definitivo e lo firma. Sottopone il documento alla firma del tutor aziendale e per ultimo a quella del tutor universitario. E’ necessario che il Progetto formativo, completo di firme, venga poi inviato via email a jobguidance [at] unitn.it . Tale invio (auspicabilmente non oltre i 10 gg  successivi alla data di avvio del tirocinio) può essere fatto anche direttamente dal/dalla docente tutor ma è responsabilità del/della tirocinante far avere il documento completo al soggetto ospitante. 

SI RACCOMANDA di tenere monitorata la pagina di Ateneo dedicata all'epidemia  COVID-19 per eventuali disposizioni nazionali e decreti rettorali. Si ricorda che per i tirocini in modalità non in presenza o non solo in presenza è necessario specificarlo nel progetto formativo, anche indicando eventuali ulteriori indirizzi da cui il tirocinio verrà svolto.  

Durante lo stage

In caso di difficoltà il/la Laureato/a e il Soggetto Ospitante possono contattare Job Guidance per un confronto. In caso di variazioni al progetto, proroghe, sospensioni e interruzioni ne deve essere data comunicazione via mail a Job Guidance avendo cura che Tutor Universitario/a e Tutor del Soggetto Ospitante vengano messi in copia (campo cc della mail) alla comunicazione stessa e siano espresse le motivazioni della richiesta di variazione.

A fine stage

Il Soggetto ospitante compila, firma, scansiona e invia a Job Guidance

  • la scheda di valutazione on line di fine stage
  • la scheda di Messa in trasparenza delle competenze

Il/la Laureato/a compila, firma, scansiona e invia a Job Guidance:

  • la scheda di valutazione on line di fine stage

Alcune informazioni importanti:

  • Il tempo minimo richiesto per l’attivazione dello stage è di 15 giorni
  • Gli stage post laurea possono essere attivati solo entro i 12 mesi dal conseguimento della laurea
  • L'attivazione stage post laurea è possibile:
    →  laureati di 1° livello (lauree triennali) dopo 30 giorni dal conseguimento del titolo
    → laureati di 2° livello (lauree magistrali e magistrali a ciclo unico) dopo 15 giorni dal conseguimento del titolo
  • E’ importante conoscere e rispettare le normative di riferimento sugli stage post laurea della provincia/regione dove ha sede lo stage (si vedano i link di approfondimento di questa pagina)
  • La copertura assicurativa infortuni e RC-terzi è a carico del soggetto ospitante, così come l’erogazione dell’indennità prevista per legge e le comunicazioni obbligatorie di avvio e fine stage (di cui copia deve essere inviata a jobguidance [at] unitn.it)
  • Per modifiche al progetto, sospensioni, interruzioni, proroghe e chiusura dello stage seguire le indicazioni a questo link

Corso Sicurezza e Salute sul luogo di lavoro
La formazione su Sicurezza e Salute sul luogo di lavoro è un obbligo di legge a carico del datore di lavoro (=soggetto ospitante). L'Ateneo offre comunque a tutti/e i/le tirocinanti la fruizione del Modulo formazione generale sulla sicurezza , erogato in modalità FAD. In caso di necessità, su richiesta del/della tirocinante, può essere fruito anche il Modulo di formazione specifica - rischio basso per attività d'ufficio. 

Normativa di riferimento

Attivare lo stage all’estero

Studenti e studentesse

Si rinvia alla pagina dei Bandi Attivi
Per ragioni organizzative, si informa che l'ufficio Job Guidance prevede tempistiche fino a 60 giorni per lo svolgimento delle pratiche non gestibili dagli uffici International Mobility.
Si invitano dunque gli studenti e le studentesse a contattare quanto prima gli uffici di riferimento.

Laureati e laureate

Lo stage all’estero per i/le laureati/e deve sottostare le norme previste dal paese ospitante.
Non sempre la figura dello stage post laurea è riconosciuta all’estero o in alcuni casi prevede oneri a carico del soggetto ospitante che disincentivano l’utilizzo di questo tipo di esperienza.

Procedura di attivazione:

La procedura di attivazione stage segue una procedura semplificata tramite la Piattaforma Esse3 Stage e Lavoro. Il laureato interessato o la lureata interessata ad un tirocinio all'estero inviti il soggetto ospitante a registrarsi su Esse3 Stage e Lavoro.
E' importante che attivarsi per tempo per individuare il soggetto ospitante e per le pratiche di visto, laddove previste dal paese di destinazione.

Copertura assicurativa

La copertura assicurativa infortuni (non malattie) e RC-terzi  , a carico di UniTrento, sono valide anche all'estero. Tali coperture funzionano su rimborso. E' cura del/della tirocinante verificare con il Soggetto ospitante che i massimali siano adeguati per la normativa nazionale e, in caso contrario, stipulare una polizza privatamente. Per quanto concerne la copertura sanitaria, se il tirocinio ha sede in un Paese dell’Unione Europea, la copertura sanitaria nazionale è valida anche per gli altri Stati dell’UE; se invece il tirocinio si svolge in un Paese extra Europeo, il/la tirocinante è invitato/a a stipulare una polizza sanitaria privata.